Amore e relazioni sul web: potenzialità, rischi e differenze

Conosco da un po’ di tempo, purtroppo solo tramite i social, Sylvia Baldessari che si occupa in modo eccellente di educazione con il suo progetto #eduCare4.0 con uno sguardo sia agli aspetti educativi applicati all’ offline che all’online.
Mi ha ‘adottata’ all’interno del bellissimo progetto #adotta1blogger ideato da Paola Chiesa. Uno spazio per conoscere, conoscersi e condividere.
Sì perché la condivisione è importante, oserei dire fondamentale, contro lo sterile individualismo. Ampliare i propri orizzonti abbracciando punti di vista e discipline differenti non può che giovarci.

E all’interno di questo fertile humus nasce la sua richiesta di intervistarmi su temi che come sapete mi stanno a cuore: le persone e il web. Il web come mondo altro o come mondo aggiunto, a seconda dei casi, in cui non possiamo non portare la nostra individualità e umanità con tutte le sue sfaccettature.

Nel caso dell’intervista propostami da Sylvia, l’argomento era arduo: l’amore sul web.

L’amore, in rete, vissuto dagli adulti e quello vissuto dai ragazzi: quali differenze? Ce ne sono davvero?”
“Cosa si può imparare sull’amore, in termini di relazione affettiva, navigando in rete? ”
“Rivendicare il diritto di amare ed essere amati: quale ruolo gioca oggi il web? “

Ho provato a rispondere queste ed altre domande  e questa è l’intervista che ne è derivata.
Cosa ne pensate?
Come vivete le relazioni sul web?
Vi siete innamorati nei mari della rete?
The following two tabs change content below.

Sonia Bertinat

Psicologa Psicoterapeuta ad orientamento psicodinamico. Da anni mi occupo di dipendenze da sostanza e comportamentali. In parallelo mi occupo di tematiche LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender) e dell'impatto delle nuove tecnologie sulla vita intrapsichica e relazionale delle persone.

Ultimi post di Sonia Bertinat (vedi tutti)