adolescenti e web

Adolescenti e web: due esperienze in una

Lunedì 11/4 sono riuscita finalmente a organizzare con Katia D’Orta un’intervista alla web radio Radio Agorà 21 di Orbassano nella trasmissione Pensa Digitale. E non solo, me lo chiedeva da tempo ma questa volta mi ha proposto una data dopo una settimana e ho scoperto che sotto pressione rendo!

Infatti, non solo sono stata ospite sua e di Stefania Dibitonto, ma ho anche scritto un articolo per il suo sito “Il lato oscuro del Web”, altra cosa che mi chiedeva da tempo immemore.

Avevo già fatto interviste alla Radio, erano però interviste registrate, senza il fascino della cuffia o dell’improvvisazione. E, se vogliamo, la radio, che ho sempre amato, è un po’ virtuale. Oltre a tatto e gusto manca la vista. Dando spazio all’immaginazione. Ricordo quando da adolescente vidi per la prima volta i conduttori dei programmi che ascoltavo e ne rimasi delusa perché nella mia testa erano diversi. Un po’ come vedere un film tratto da un libro amato.

Ma sto divagando: di cosa ho parlato? Perché se la prima esperienza è l’aver accettato il gradito invito di Katia, la seconda è quella di cui ho parlato: adolescenti e web.

L’inizio anno mi ha vista molto impegnata, con altri colleghi, in eventi di educazione alla salute, in alcuni licei del pinerolese, per conto del Sert Pinerolo (ASL TO3) per cui lavoro. Il tema era quello delle Dipendenze tecnologiche, presentato ovviamente in un’ottica preventiva.

Il messaggio principale? [Tweet “Il web non è positivo o negativo, è l’uso che ne facciamo che lo caratterizza.”]

La modalità? Sempre in interazione, scambio, nessuna lezione da impartire ma solo spunti di riflessione da fornire, accogliere le risposte/proposte dei ragazzi e provare insieme a criticizzare l’uso della rete.

Che dire, entrambe le esperienze formative, appaganti e soddisfacenti.

E se per ora l’esperienza nelle scuole non ha altre date previste, in radio ci ho preso gusto e sono stata gentilmente invitata lunedì 18/4 a ritornare per parlare di altri temi psicodigitali.

Vi lascio, se volete, alla lettura dell’articolo “Si fa presto a dire… dipendenza” di cui ho detto all’inizio, e all’ascolto del podcast della puntata.

Vi aspetto lunedì per la seconda puntata!

 

Immagine creata da PR Grafica

The following two tabs change content below.

Sonia Bertinat

Psicologa Psicoterapeuta ad orientamento psicodinamico. Da anni mi occupo di dipendenze da sostanza e comportamentali. In parallelo mi occupo di tematiche LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender) e dell'impatto delle nuove tecnologie sulla vita intrapsichica e relazionale delle persone.